Vai ai contenuti

Menu principale:

insegnare inglese ai bambini dislessici di scuola primaria

Dislessia e insegnamento della lingua inglese

INSEGNARE L'INGLESE AI DISLESSICI, ALUNNI BES E DSA

Quando ci troviamo a lavorare con alunni che hanno disturbi speciali del'apprendimento (dsa)bisogni educativi speciali  (bes) ci poniamo il problema di quale metodologia adottare per l'insegnamento della lingua Inglese.
Innanzitutto consiglio di adottare una didattica per competenze: problemi concreti da affrontare, consegne pratiche da affiancare al classico lavoro scolastico. 
Le recite, le canzoni, i giochi danno agli alunni in difficoltà la possibilità di ritagliarsi un ruolo adatto alle loro capacità spesso divergenti. Un metodo di insegnamento attivo è il primo passo per aiutare questo tipo di alunni.
Quando poi si deve lavorare su quaderno ecco gli immancabili strumenti compensativi
 


STRUMENTI COMPENSATIVI PER ALUNNI DISLESSICI

Si possono creare dei minimi dizionari per immagini suddivisi per argomento. A seconda dell'esercizio proposto alla classe si fornisce all'alunno un paio di cartoncini facilitatori con liste di parole e disegni. Con questo ausilio potrà svolgere l'esercizio simile a quello della classe, magari riducendo il numero di frasi prodotte.
La realizzazione di queste liste di parole sarà affidata ai fast finisher, alunni che solitamente terminano gli esercizi dopo pochi minuti e possono essere coinvolti in questo ruolo tutoriale nei confronti di chi fatica ad arrivare ai livelli minimi.
Se li incoraggiate a collaborare con voi, nel giro di poche settimane avrete anche voi una scatola (magari personalizzata come "first aid box") piena cartoncini o "helping cards"
VIDEOSCRITTURA ALLA SCUOLA PRIMARIA PER ALUNNI DISLESSICI

Secondo molti studiosi è possibile addirittura trasformare la disabilità in una risorsa.
Perchè non provare a farlo con la dislessia o i bisogni educaivi speciali? 
Si assegna fra gli incarichi dei bambini quello di videoscrittore o segretario. Colui che terrà una specie di diario di classe scrivendo a computer tutte le lezioni di inglese.
I compagni di classe si alternano affiancandolo nella videoscrittura. L'alunno in difficoltà avrà sempre un compagno tutor e un ruolo invidiabile.
Consiglio di assegnare il carattere block letter per l'Inglese e il carattere script per l'italiano.
Importante insegnare bene come effettuare salvataggio delle lezioni: prima la data all'americana (anno mese giorno) poi titolo.
In questo modo i files si troveranno sempre in ordine cronologico. 
I nostri alunnni con bisogni educativi speciali avranno la gratitudine degli alunni assenti per i quali stamperanno una copia della lezione.

REVISE AND REVISE

Per aiutare i bambini in difficoltà con o senza diagnosi le attività più produttive e gradite solitamente sono quelle che li coinvolgono all'interno della classe e li costringono ad un continuo ripasso. Ecco cosa ho trovato su un gruppo facebook per insegnanti di inglese. Troppo carina. Ho pensato di condividerla
Ciao a tutti! Volevo farvi vedere la mia scatola... Contiene dei bigliettini con domandine e richieste sugli argomenti fatti finora, al termine di ogni unità aggiungo dei bigliettini nuovi con i concetti e le frasi appena imparate. È molto utile per partire con la produzione orale e per ripassare sempre tutto! Spero di avervi dato uno spunto utile! 
 
Torna ai contenuti | Torna al menu