Vai ai contenuti

Menu principale:

Lavoretti e attività per il Natale ed il periodo natalizio a scuola

Lavoretti di Natale alla scuola elementare

OTTO LAVORETTI SEMPLICI 

Trovate qui una rapida rassegna dei miei lavoretti preferiti
1 Ghirlande di biglietti                    5 stella a otto punte
2 palline di Natale di arancia          6 angioletto con compasso
3 alberello origami                        7 cestino di lana
4 stella di natale                            8 sfera di cartoncino

Tutti rigorosamente basati su riciclo creativo, senza fotocopie, poco costosi. I lavoretti non devono essere solo belli ma devono stimolare l'apprendimento e la fantasia, la precisione e la creatività.
Spero di aiutarvi nella scelta del lavoretto giusto per voi. Per ogni idea troverete indicazioni circa i tempi di esecuzione ed il materiale richiesto. Buon divertimento, buon lavoro e buone feste a tutti
TARTUFINI DI NATALE

Per Natale si può proporre una ricetta molto semplice, in modo che i bambini siamo molto autonomi nel cucinare.
Si tratta di tartufini morbidi che non hanno bisogno di cottura. Gli ingredienti sono biscotti secchi (una trentina), burro fuso (100 gr), un uovo, zucchero (100 gr), cacao in polvere (50gr) e una puntina di polvere di caffè. Con questi ingredienti si ottengono circa 45, 50 tartufini. Per averne di più basta moltiplicare le quantità. L'attività si presta a riflessioni di matematica e problemi
Si frulla tutto e si ottiene una pasta morbida che i bambini modelleranno a forma di pallina. La dimensione giusta è quella di una castagna.
Si passano poi i tartufini in una granella fatta con farina di cocco o mandorle, cereali e cioccolato fondente tritato.
Si mettono poi a raffreddare in una cassetta di cartone ricoperta con un telo da cucina. Si confezionano poi in sacchetto trasparente ed un cono di cartoncino. Si insegna poi ai bambini che la ricetta migliore sarebbe quella che ricicla biscotti vecchi e pezzi di pandoro avanzati. Non fanno bene alla dieta...ma che buoni!!!

LAVORETTI TECNOLOGICI GEOMETRICI E MATEMATICI

Possiamo riflettere sulle proprietà dei materiali: perchè le sagome punteggiate si strappano con facilità? Più sono fitti i punti più la linea sarà precisa. Ogni buco nella carta ne altera le proprietà meccaniche di resistenza
Se invece lavoriamo con i fondi delle bottiglie di plastica possiamo tagliare con le forbici ma la tecnica del punteggio non funziona. Possiamo sbalzare l'alluminio (recuperiamo i vassoi usa e getta della mensa) con una biro. Possiamo bucherellarlo e  tagliarlo ma, a differenza di carta e plastica, l'alluminio è molto tagliente e va maneggiato con guanti da lavoro. Ogni materiale ha proprietà specifiche.
La carta da forno è trasparente. Crea effetti molto decorativi alle finestre, specialmente al pomeriggio quando le luci sono accese ed i genitori ci guardano da fuori. Con il compasso ed il righello possiamo eseguire decorazioni seguendo istruzioni precise o creare mandala personalizzati.
E possiamo aiutare le maestre a curare aspetti organizzativi: quanti cartoncini acquistare? Quanto spenderemo? Quanti buchi sul perimetro della figura? Trovate questi indovinelli e problemi nella scheda didattica

RECITE SCOLASTICHE NATALIZIE IN LINGUA INGLESE

Se siete partiti per tempo a pensare alle attività natalizie prendete in considerazione la realizzazione di una recita. Per i bambini il Natale è un momento magico. Date loro la possibilità di essere protagonisti sul palco magari davanti ai genitori o un paio di classi di alunni più piccoli
Coinvolgete le insegnanti di educazione all'immagine, musica e ...inglese
Una recita in lingua inglese acquista molto valore anche di fronte ai genitori e colleghi più esigenti, quelli che pensano che disegno, musica e teatro siamo tempo perso.
Trovate qui sotto due copioni. La storia di Rudolph e quella della Notte di Natale a Bethlemme, in una versione simpatica e spiritosa. 
Non abbiate paura di proporre il Natale tradizionale: nella mia esperienza i bambini musulmani sono ben contenti di recitare vestiti come i personaggi della loro terra (le bambine mettono il velo come la mamma e si stimano tanto) Angeli, Gesù e Maria sono nel Corano. Il rispetto per le religioni deve arricchire, non impoverire la scuola
Una frase che taglia la testa ad ogni contestazione. "Abbiamo fatto Halloween e non vi ho certo detto di credere ai fantasmi!!"
 
recita in inglese La notte di Natale per classe terza (scarica il pdf 356 kb)       
copione a lovely baby per risparmiare carta

IL CRACKER NATALIZIO

Il cracker è il classico segnaposto sulle tavole del Regno Unito il giorno di Natale. Ne esistono di vario tipo, ogni anno ne vengono scambiati, venduti, comprati tantissimi. In Italia questa usanza è pressochè sconosciuta. 
Si tratta invece di una tradizione natalizia semplice, divertente e molto adatta ai bambini delle scuola.
Si parte con un avviso sul diario in cui si chiede di portare a scuola l'interno di un rotolo di cartigienica, un pezzo di carta da pacchi 20 x 40 cm, anche riciclata, un pò di nastro da pacchi, un giochino che entri nel rotolo di cartigienica. Si compra poi un rotolo di carta crespa dorata o gialla per realizzare le corone, si fotocopiano alcune barzellette in lingua inglese e si predispone il tavolo di lavoro.
I bimbi di terza elementare vanno un pò aiutati soprattutto nel chiudere il cracker con il nastro da pacchi, per il resto imparano a confezionare le corone ed inserirle nel rotolo insieme al giochino o alla caramella e la barzelletta. 
Si chiude il cracker come fosse una caramella e si mette insieme agli altri in un grande cesto. L'ultimo giorno di scuola ogni bambino ne prende uno a caso e lo porta a casa. Durante il pranzo di Natale devono tirarlo insieme ad un altro commensale dicendo "pull, pull, pull and crack!!". La corona va indossata (come la Regina di Inghilterra si dice nel regno unito), la barzelletta andrà incollata sul quaderno e al rientro da scuola l'insegnante la tradurrà.
ORIGAMI STELLA A OTTO PUNTE

Una stella di grande effetto che i bambini imparano a realizzare in fretta ed in modo autonomo. Si può utilizzare carta bianca (crea delle belle trasparenze se fissata contro i vetri) o colorata. Se i bambini sono precisi si può realizzare di piccole dimensioni per abbellire un biglietto. Noi abbiamo utilizzato un foglio a4 diviso in 8. Da ogni foglio si ricavano le 8 punte che andavano poi a comporre la stella.
Dopo averne fabbricato un numero imprecisato abbbiamo sfruttato l'attività anche a livello didattico, imparando a leggere e riordinare le istruzioni e riflettendo sugli angoli che le pieghe formavano. (3 elementare)
Naturalmente chi propone l'attività a classi più alte può utilizzare concetti come bisettrici, angoli adiacenti, linee perpendicolari....
ALBERO DI NATALE DI CARTA

Anche questo origami può essere realizzato dai bambini in modo autonomo per quanto riguarda le piegature dei fogli. La fase in cui le punte vengono incollate invece richiede un pò di aiuto da parte dell'insegnante. Se si sceglie di lavorare con cartoncini l'albero sarà più robusto ma i bambini avranno bisogno di maggior supporto da parte dell'insegnante
Si può usare carta bianca o colorata. Noi abbiamo scelto di alternare fogli bianchi e verdi. Un pò effetto neve e un pò.... arte povera. La carta bianca costa meno.
Decorare l'albero di carta
Quando l'albero è completo si può procedere alla decorazione: brillantini, sale, palline colorate, perline o pastina. Bisogna solo stare attenti a non appesantire troppo la struttura di carta.
Se invece si usa carta molto sottile (carta velina) si può appiattire l'alberino dentro un biglietto.
Anche in questo caso si è ripresa l'attività a livello di tecnologia e geometria nella scheda didattica che trovate qui sotto
FILASTROCCHE DI NATALE...REGALATE!
Queste filastrocche mi sono state donate da un'insegnante in pensione che non ho mai incontrato.
Me le ha inviate via mail. Le ho lette e mi sono sembrate molto carine!! 
La collega si chiama Marzia Cabano e ha davvero una bella vena creativa.
Questa scheda didattica mette insieme le poesie per il periodo Natalizio fino all'Epifania, raccontando la Natività, Babbo Natale, i Re Magi, la Befana, i regali, la neve e.... i panettoni! 
Sono tutte filastrocche in rima, dolci, infantili, simpatiche. Grazie maestra Marzia
 scheda didattica filastrocche natalizie (scarica il pdf 286 kb)

 
Torna ai contenuti | Torna al menu