Vai ai contenuti

Menu principale:

Matematica giochi didattici ed attività classe seconda scuola primaria

Come insegnare la moltiplicazione in seconda elementare

INSEGNARE LA MOLTIPLICAZIONE IN TERZA ELEMENTARE

Si può presentare ai bambini questo personaggio con una letterina o farlo arrivare in un pacco regalo. 
Si tratta di un compasso di precisione, con rotellina, travestito da robot
Il travestimento deve essere applicato su entrambi i lati!  Si spiega ai bambini che è rigido, meccanico, come tutti i robot e fa solo passi uguali.. Quanto è lungo il suo passo ? (Moltiplicando) quanti passi deve fare (Moltiplicatore).. Si fa camminare il robot facendolo ruotare su se stesso (non apriamo e chiudiamo le "gambe" che devono rimanere rigide e sempre uguali) avanzando su un comune metro di carta o di plastica.. magari applicato al bordo della lavagna. 

Se voglio fare la moltiplicazione 3x4=12 devo aprire con la rotellina fino a tre centimetri e far fare al robot 4 passi. Ad ogni passo faccio osservare ad un alunno a che numero è arrivato.
Questo metodo lega la moltiplicazione alla linea dei numeri. 
Evidenzia l'aspetto visivo quantitativo quanto è grande il passo, quanto va lontano? 
Molti bambini, infatti, specialmente gli alunni bes e dsa, impegnati nella memorizzazione di tabelline rischiano di  trascurare e dimenticare l'effettiva grandezza dei numeri...
insegnare la moltiplicazione in seconda primaria

come insegnare le tabelline in seconda elementare

IMPARIAMO LE TABELLINE

Le tabelline sono una tappa speciale nell'apprendimento. Tutti i bambini sanno che arriverà questo scoglio, nonni, genitori e fratelli sono sempre partecipi di questo momento. I bambini meno intuitivi potrebbero avere qui un momento importante di riscatto. L'importanza dell'argomento (ma forse anche la monotonia del lavoro mnemonico) ha sempre stimolato le insegnanti a trovare strategie per potenziare e rendere più vivace l'apprendimento. Canzoni, filastrocche gare e tornei

gara di tabelline

TORNEO DI TABELLINE

Si può preparare il gioco delle tabelline man mano che si impara una nuova tabellina: 11 carte di cartoncino per ogni numero. (due o tre serie da 11 per ogni numero.. se abbiamo più carte possono giocare più alunni) 
Da un lato la moltiplicazione e dall'altra il risultato. Il mazzo per giocare cresce man mano che si imparano nuove tabelline. Alla fine si arriva ad una scatola o un sacchetto pieno di carte.
Si può giocare a coppie o a gruppi si tre o quattro. 
Ogni giocatore prende 25 carte a caso e ne mette una sul tavolo di gioco dal lato della moltiplicazione. Il giocatore successivo deve indovinare il risultato. Si può controllare girando la carta. Se il risultato è giusto si continua. Sul tavolo da gioco arriva a formarsi un mazzetto di tabelline. Chi sbaglia deve prendere tutte le carte sul tavolo.
 Vince chi finisce le carte. Si può giocare a torneo con tutta la classe, sfidare le altre sezioni, o far giocare gli alunni che ne hanno "più bisogno".
Rispetto alla canzone o filastrocca questo gioco ha i vantaggio di proporre le tabelline in ordine sparso.
Si può poi proporre il gioco delle tabelline al contrario (la carta va presentata dalla parte del risultato e l'avversario deve indovinare la moltiplicazione corrispondente) o in inglese. Con queste modalità si propone lo studio delle tabelline anche in quarta o in quinta.
 
Torna ai contenuti | Torna al menu